Il leggendario investitore Jeremy Grantham afferma che il mercato azionario potrebbe crollare del 50% quest’anno mentre la bolla entra nella sua “fase finale”

La fiducia degli investitori potrebbe essere gravemente intaccata dal ribaltamento dei mercati immobiliari, dall'entrata in recessione dell'economia o dall'inizio del calo dei profitti aziendali....

  • Il mercato azionario è pronto per un altro calo del 20% quest’anno mentre la bolla entra nella sua fase finale, secondo Jeremy Grantham di GMO.

  • Grantham ha affermato che nello scenario peggiore, l’S&P 500 potrebbe scendere del 50% rispetto ai livelli attuali.

  • Grantham pensa che gli investitori stiano dando troppo peso all’idea che il taglio dei tassi da parte della Fed sia una buona cosa.

Caricamento in corso Qualcosa si sta caricando.

Grazie per esserti iscritto!

Accedi ai tuoi argomenti preferiti in un feed personalizzato mentre sei in viaggio.

Anche un nuovo anno non può scuotere il ribasso da Jeremy Grantham di OGM, che ha dichiarato in una lettera di martedì che il mercato azionario scenderà di un altro 20% quest’anno.

Grantham ha affermato che il continuo deterioramento delle condizioni finanziarie sarà coronato da una flessione del mercato immobiliare, che rappresenta la “fase finale” della bolla del mercato azionario che dovrebbe contribuire a portare l’ S&P 500 a 3.200 entro la fine dell’anno.

Nello scenario peggiore, Grantham vede l’S&P 500 scendere fino al 50% a circa 2.000.

“Anche il caso peggiore di un calo del 50% da qui ci lascerebbe a poco meno di 2.000 sull’S&P, o circa il 37% a buon mercato. Per metterlo in prospettiva, sarebbe comunque una deviazione percentuale molto inferiore dal valore della linea di tendenza rispetto al prezzo eccessivo alla fine del 2021 avevamo oltre il 70%. Quindi non dovresti essere tentato di pensare che non possa assolutamente accadere “, ha avvertito Grantham.

La chiave per stabilire se lo scenario desolante di Grantham si svolgerà o meno quest’anno dipende dalla fiducia degli investitori, che è stata in un lento ma costante declino per tutto il 2022 quando ogni rally delle azioni è finito per essere venduto. Analogamente al 2000 o al 2007, qualsiasi calo sostanziale della fiducia degli investitori potrebbe portare a un rapido rallentamento dei prezzi delle attività, secondo la nota.

Alcuni degli “spilli” che potrebbero far scoppiare la fiducia degli investitori includono il ribaltamento dei mercati immobiliari, l’entrata in recessione dell’economia e l’inizio del calo dei profitti aziendali. Il tetto del debito è un’altra sporgenza per gli investitori quest’anno.

“Almost any pin can prick such supreme confidence and cause the first quick and severe decline,” Grantham said. “To prick these bubbles all you have to do is have investors question whether their nearly perfect economic and financial conditions can indeed be extrapolated forever.”

And investors shouldn’t look to the Federal Reserve for help in the form of interest rate cuts, according to Grantham. That’s because in 1929, 2000, and 2007, the largest part of the stock market decline occurred after the first rate cut from the Fed.

“Despite… the painful recent experiences of the 2000 and 2008 bear markets, we continue to hold onto the hope that the first rate cut will be guaranteed to kill the bear. We really are an incredibly optimistic species that these very negative examples, despite being clear and recent, are so easily ignored,” Grantham said.

On the flipside, one thing that worries Grantham, who calls himself a contrarian investor, is the fact that so many Wall Street strategists are bearish too.

“Altrettanto inquietante, si dice che sia una delle recessioni più ampiamente previste di sempre. È tutto abbastanza per far svegliare un contrarian timorato di dio nella notte sudando”, ha detto Grantham. Ma Grantham trova conforto nel fatto che le stime sugli utili aziendali devono ancora diminuire in modo significativo nonostante tutte le possibilità ribassiste.

“Ma comunque preferirei molto più ottimismo, che un anno fa era quasi universale”, ha detto Grantham.

Anche un nuovo anno non può scuotere il ribasso da Jeremy Grantham di OGM, che ha dichiarato in una lettera di martedì che il mercato azionario scenderà di un altro 20% quest’anno.

Source: https://markets.businessinsider.com/news/stocks/jeremy-grantham-stock-market-outlook-crash-bubble-final-phase-warning-2023-1?op=1

Like this post? Please share to your friends:
Crypto Truth